London

LONDON LIFE

dasynka-fashion-blogger-london-life-street-style

Those who have learned to know me on Instagram (@dasynka) knows how I am attached to London life. Let me explain.
We live to get excited. Every choice we make, every step, every smile is dictated by the desire to vibrate our emotional strings. 
It’s all a matter of energy and wavelengths.
 And as I may have traveled, for how many places I may have visited, breathed cultures, languages heard, architectures admired, in any city I’ve never felt like in London. Perhaps I lived there in some past life, and it’s not hard to believe as it was a densely populated city throughout the centuries.
London sent me immediately immense energy, every corner, every practice, every aspect of London life were a source of happiness. From the Underground to rhythms frantic, to the white milk sky, to the awareness of being a small invisible entity between a thousand.
The first time I saw London was in 2010, in a day trip from Northampton, where I was two weeks in a campus to study the language. An experience that I’ll tell in another post. Of that day I remember seeing rapidly Big Ben, Buckingham Palace, St James’s Park, the National Gallery and the Hard Rock. In the confusion of the day, I can’t say that I’ve really felt London.
I went back again in 2015 alone, for two weeks, sleeping at a host family in the fourth zone and going every morning at Waterloo in college. It was a cathartic experience. I have formed, I rediscovered and discovered myself.
Rediscovery because I found myself, I found my center of gravity in myself, I remembered what it means to felicitate myself, suffice me, love me.
Discovery because I’ve known aspects of myself that I never had the chance to prove myself.
It isn’t easy to understand what it means to live completely alone in a city so full and hectic, kilometers away from home, until it is experienced. We should do it all at least once in life. Because it teaches you about yourself. And it is essential. Essential in order to build healthy relationships in life, no sick dependencies. Lean only to ourselves, holding someone’s hand, but without moving our center outside ourselves.
Two weeks may seem few, but it does not matter if it’s a week or a year, the change takes place within ourselves at the beginning. You grow up in a day and become an adult. Although I lived for three years in a house near the university with other roommates, no comparison with London life.
The independence and freedom have the weight of loneliness. Wonderful, happy loneliness. Loneliness that leads you to love all of life, every breath becomes awareness and joy, every word spoken to a stranger, every little change, it’s rain or shine, it’s a meal or building, everything – everything – becomes vital – and joy.
I came back to London in September 2015 and again in September 2016. I hope it becomes an habit.
I’ll try to tell all of my experiences, all four trips to London. I’ll start with the last trip, and in a chronological way as much as possible, I’ll tell myself.
Enjoy. xx

For the initiative on instagram:
-create an image inspired by this article (for the theme, images or anything else);
-post it on instagram with the hashtag: #picsfordasynka and #dasynkalondonlife;
-tag me in the pic;
-comment below this article explaining your inspiration and/or adding the link of your image.
Tomorrow I’ll repost on my wall the pic that hit me the most, for all day.


Chi ha imparato a conoscermi su Instagram (@dasynka) sa quanto io sia affezionata alla vita londinese. Lasciate che vi spieghi.
Viviamo per emozionarci. Ogni scelta che facciamo, ogni passo, ogni sorriso è dettato dal desiderio di far vibrare le nostre corde emozionali.
 È tutta una questione di energie e lunghezze d’onda.
 E per quanto io possa aver viaggiato, per quanti posti possa aver visitato, culture respirato, lingue ascoltato, architetture ammirato, in nessuna città mi sono mai sentita come a Londra.
 Forse ci ho vissuto in qualche vita passata, e non è difficile da crederlo essendo stata una città popolatissima durante tutto il corso dei secoli.
Londra mi ha trasmesso fin da subito un’energia immensa, ogni angolo, ogni consuetudine, ogni aspetto della vita londinese erano fonte di felicità. Dall’Underground ai ritmi frenetici, al cielo bianco latte, alla consapevolezza di essere una piccola invisibile entità fra mille.
La prima volta che ho visto Londra è stato nel 2010, in una gita di un giorno da Northampton, dove sono stata due settimane in un campus per studiare la lingua. Un’esperienza che racconterò in un altro post.
Di quella unica giornata ricordo di aver visto velocemente il Big Ben, Buckingham Palace, St James’s Park, il National Gallery e l’Hard Rock. Nella confusione di quella giornata, non si può dire che io abbia veramente sentito Londra.
Ci sono tornata nel 2015 da sola, per due settimane, dormendo presso una famiglia in quarta zona e andando ogni mattina a Waterloo al college.
 È stata un’esperienza catartica. Mi ha formata, ho riscoperto e scoperto me stessa.
Riscoperta perché ho ritrovato me stessa, ho ritrovato il mio baricentro in me stessa, ho ricordato cosa significhi felicitare di me stessa, bastarmi, amarmi.
Scoperta perché ho conosciuto aspetti di me che non avevo mai avuto la possibilità di dimostrare a me stessa.
 Non è facile capire cosa significhi vivere completamente soli in una città così piena e frenetica, lontani chilometri da casa, finché non lo si sperimenta. Dovremmo farlo tutti almeno una volta nella vita. Perché ti insegna te stesso. Ti insegna ad amarti ed esserci per te stesso. Ed è fondamentale. Fondamentale per riuscire a costruire relazioni sane nella vita, senza dipendenze malate. Appoggiàti solo a sé stessi, tenendo la mano di qualcuno, ma senza spostare il proprio centro fuori noi stessi.
Due settimane possono sembrare poche, ma non conta molto che sia una settimana o un anno, il cambiamento dentro noi stessi avviene all’inizio. Cresci in un giorno a diventi adulto.
 Nonostante vivessi già da tre anni in una casa vicino all’università con altre coinquiline, nessun paragone con la vita londinese.
L’indipendenza e la libertà hanno il peso della solitudine. Meravigliosa, felice solitudine. Solitudine che ti porta ad amare tutto della vita, ogni respiro diventa consapevolezza e gioia, ogni parola pronunciata ad un estraneo, ogni più piccolo cambiamento, che sia pioggia o sole, che sia un pasto o edificio, tutto – tutto – diventa vitale – e gioia.
Sono tornata a Londra a settembre 2015 e ancora a settembre 2016. Spero diventi un’abitudine.
Cercherò di raccontare tutte le mie esperienze, di tutte e quattro i viaggi a Londra.
Comincerò con l’ultimo viaggio, e in maniera quanto più cronologica possibile, mi narrerò.
Enjoy. xx

Per l’iniziativa su instagram:
-create un’immagine ispirata da questo articolo (per il tema, le immagini o qualsiasi altra cosa);
-pubblicatela su instagram con gli hashtag: #picsfordasynka e #dasynkalondonlife;
-taggatemi all’interno della foto;
-commentate sotto quest’articolo spiegandomi la vostra ispirazione e/o aggiungendo il link della vostra immagine.
Domani reposterò sulla mia bacheca quella che mi colpirà di più, per tutto il giorno.

Photography by Carmela.vix , www.carmelavicedomini.it

OUTFIT OF THE DAY

Top: FOREVER21 (similar here and here)
Pants: TALLY WEILL and personally cutted (similar here and here)
Heels: FOREVER21 (similar here and here)
Jacket: H&M (similar here and here)
Scarf: Unbranded (similar here and here)
Neacklace and ring: ACCESSORIZE (similar here)
Bracelet: PIAZZA ITALIA (similar here)
Earrings: Handmade
Sunnies: MANGO (similar here and here)
Bag: FOREVER21 (similar here and here and here)

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Grazia
    22 October 2016 at 1:25

    Woooow! Che bel look! 🙂 Adoro gli accessori e gli accostamenti dei colori! <3

    Bow of Moon

    • Reply
      dasynka
      22 October 2016 at 12:43

      Grazie mille 🙂 xx

  • Reply
    chiara
    13 October 2016 at 11:29

    A Londra non ci sono ancora mai stata, sono stata in Irlanda, ma mi hanno detto che Londra ha un fascino tutto particolare e leggendo il tuo articolo questo si percepisce molto!!
    Sono sicura che sarebbe una città che piacerebbe molto anche a me! Spero di andarci il prima possibile!!

    • Reply
      dasynka
      14 October 2016 at 9:08

      Io invece non sono mai stata in Irlanda, però posso assicurarti che Londra ha qualcosa di diverso da tutte le altre città.. Una calamita, un incantesimo, qualcosa che ti rapisce l’anima. Mi racconterai poi <3 xx

  • Reply
    Zenified_drop
    10 October 2016 at 14:56

    Been in London few months now. Returned after 2 years, guess it’s vibe of the city or the experiences that you have in the busy buzzing life at every corner that I felt home when I got back. But the joy of solitude in this business that you refer to, that’s extra ordinary . You reflect upon how awesome and diverse the life is and you get every flavour of it in the city ! Love the writing girl. Stay cool

    • Reply
      dasynka
      10 October 2016 at 17:35

      It’s always a joy to discover to share the same emotions of other people, understand that our inner solitude is shared by many others and you feel less alone. London has some magic. Thank you for your words, I think you’ll understand also my nexts London’s articles. xx

    Leave a Reply