Rome

FROM ROME WITH LOVE

dasynka-blog-fashion-blogger-travel-globetrotten-shooting-model-rome-italy-bag-coat-laduree-jewelery-accessories-ring-elefant-watch-necklace

Rome is a city of particular charm.
You walk in the street breathing the art. A perfect fit between the history and modern life that it is built around.
Admire Plaza of Spain deserted is a rare and unique opportunity, despite the light rain, which has also given way to the sun.
Breakfast at Ladurée: for me a canary (ginger tea), macarons and mini croissants.
Then visit to the Vatican Museums. Impressive is the amount of art objects and their relevance to this place… but we aren’t here to syndicate justice. Art is always art, the greatest pride of man, that which manages to outshine all the rot he has as nature.
I saw for the first time the Sistine Chapel, that intended Michelangelo to death. Was it worth it?
Then, while my friends were passing under the Holy Door in the Vatican, I was losing through the streets of Rome with one of the best ice cream I’ve ever tasted (Gelateria del Teatro, you have to go there) under the waning light of dusk. What colors. It’s the time of day I prefer absolute.
Piazza Navona in the rain, the Pantheon, in the evening.

It is exactly one month since I ran there for three days to get away from the loss of my mom, from the people, from home, from my life and my thoughts.
I tried to do what I love most in this world: traveling. See. Learn. Enter into a life that isn’t mine, among people I don’t know, new places, continuous wonders. Travelling for me also means entering a process of continuous happiness, cause joy can have a thousand reasons to exist in anything, and when you are in a new place the opportunities to felicitate are endless. It becomes a continuous pick it up, from every view, building, place, museum, coincidence. Endless.

When I hear others complain, I have to ask: how much happiness you need to be happy?
I believe that there no needs to sin of arrogance towards happiness. I think it’s important to welcome her every time we see her go.
I developed a kind of impatience with anyone who complains, blind to the fortunes that owns, to the joys of which could felicitate. I, who have never complained and I did not let a single word of pity came out of my mouth despite mom there is no more here, I can’t tolerate others who snort from the boredom of Sunday, with the effort of an examination, for a fight, the rain, work, life.
Remember that you don’t have the right to wake up in a bad mood or be depressed, be sad and complain. You don’t have it.
There will always be someone who is worse off than us, and respecting him and fortunes that we possess we shouldn’t allow any of these status.
These passive attitudes towards life are the most unworthy thing that exists. It’s easy to complain and remain firm. More difficult to get up and go get what you want, or simply react.
We are here to live, to grow and improve. Nothing is due to us. Everything is intended. We have free will on our choices and how to respond to the external life, and you have to stand tall, always.
I hope that each of you can find the strength to smile and acknowledge the gift of each new day. Don’t give it for granted, never do it with anything. xx

For the initiative on instagram:
-create an image inspired by this article (for the theme, images or anything else);
-post it on instagram with the hashtag: #picsfordasynka and #dasynkafromromewithlove;
-tag me under the pic;
-comment below this article explaining your inspiration and/or adding the link of your image.
Tomorrow I’ll repost on my wall the pic that hit me the most, for all day.


Roma è una città dal fascino particolare.
Cammini per strada respirando l’arte. Un incastro perfetto tra la storia e la vita moderna che le si è costruita attorno.
Ammirare Piazza di Spagna deserta è una fortuna rara e unica, nonostante la pioggia leggera, che ha poi lasciato spazio al sole.
Colazione da Ladurèe: per me un canarino (tisana allo zenzero), macarons e mini croissant.
Poi visita ai Musei Vaticani. Impressionante la quantità di oggetti d’arte presenti e la loro pertinenza con questo luogo… ma non siamo qui a sindacare giustizia. L’arte è sempre arte, il maggior vanto dell’uomo, ciò che riesce ad eclissare tutto il marciume che egli ha di natura.
Ho visto per la prima volta la Cappella Sistina, che ha destinato Michelangelo alla morte. Ne è valsa la pena?
Poi, mentre i miei amici passavano sotto la porta Santa all’interno del Vaticano, io mi perdevo tra le stradine di Roma con uno dei gelati più buoni che abbia mai assaggiato (Gelateria del Teatro, dovete andarci se passate qui) sotto le luci calanti del crepuscolo. Che colori. È il momento della giornata che preferisco in assoluto.
Piazza Navona sotto la pioggia, il Pantheon, la sera.

È un mese esatto da quando sono scappata lì per tre giorni per allontanarmi dalla perdita di mamma, dalle persone, da casa, dalla mia vita e dai miei pensieri.
Ho cercato di fare quello che più amo a questo mondo: viaggiare. Vedere. Imparare. Entrare in una vita che non sia la mia, tra persone che non conosco, posti nuovi, meraviglie continue. Viaggiare per me significa anche entrare in un processo di felicità continua, perché la gioia può avere mille motivi di esistere, in qualsiasi cosa, e quando si è in un posto nuovo le occasioni per felicitare sono infinite. Diventa un continuo raccoglierla, da ogni scorcio, palazzo, vetrina, posto, museo, coincidenza. Infinite.

Quando sento gli altri lamentarsi, mi viene da chiedere: di quanta felicità hai bisogno per essere felice?
Io credo che non bisogni peccare di arroganza nei confronti della felicità. Penso sia importante accoglierla ogni volta che la vediamo passare.
Ho sviluppato una sorta di insofferenza nei confronti di chiunque si lamenti, cieco alle fortune che possiede, alle gioie di cui potrebbe felicitare. Io, che non mi sono mai lamentata e non ho lasciato che una sola parola di pietismo uscisse dalla mia bocca nonostante mamma non ci sia più, non riesco a tollerare gli altri che hanno da sbuffare per la noia della domenica, per la fatica di un esame, per un litigio, la pioggia, il lavoro, la vita.
Ricordate che non avete il diritto di svegliarvi di cattivo umore o fare i depressi, essere tristi e lamentarvi. Non lo avete.
Esisterà sempre qualcuno che sta peggio di noi, e nel rispetto suo e delle fortune che possediamo non dovremmo permetterci nessuna di queste manifestazioni.
Questi atteggiamenti passivi nei confronti della vita sono la cosa più indegna che esista. È facile lamentarsi e restare fermi. Più difficile alzarsi e andare a prendere quello che si vuole, o semplicemente reagire.
Siamo qui per vivere, per crescere e migliorare. Nulla ci è dovuto. Tutto è destinato. Abbiamo il libero arbitrio sulle nostre scelte e su come rispondere alla vita esterna, e bisogna puntare in alto, sempre.
Spero che ognuno di voi trovi la forza di sorridere e riconoscere il dono di ogni singolo nuovo giorno. Non datelo per scontato, non fatelo mai con nulla. xx

Per l’iniziativa su instagram:
-create un’immagine ispirata da questo articolo (per il tema, le immagini o qualsiasi altra cosa);
-pubblicatela su instagram con gli hashtag: #picsfordasynka e #dasynkafromromewithlove;
-taggatemi sotto la foto;
-commentate sotto quest’articolo spiegandomi la vostra ispirazione e/o aggiungendo il link della vostra immagine.
Domani reposterò sulla mia bacheca quella che mi colpirà di più, per tutto il giorno.

 

Photography by me and Carmela.vix, www.carmelavicedomini.it

OUTFIT OF THE DAY

COAT: Stradivarius (similar here, here and here)
SWEATER: Primark (similar here, here and here)
LEGGINGS: Zara (similar here)
SHOES: Primark (similar here)
BAG: Primark (similar here and here)
RINGS: No brand (similar here and here)
EARRINGS: Handmade by me
NECKLACE: No brand

 

You Might Also Like

18 Comments

  • Reply
    Rebecca
    9 April 2017 at 23:47

    I love the history and culture in Rome! I need to go back. Beautiful pictures! x

    • Reply
      dasynka
      10 April 2017 at 19:55

      Thank you so! xx

  • Reply
    Seyi
    6 January 2017 at 12:48

    Lovely coat

    • Reply
      dasynka
      6 January 2017 at 14:17

      Thanks! xx

  • Reply
    Wildfire Charm
    23 December 2016 at 12:48

    You look so gorgeous! I am in love with your coat x I’ve always wanted to visit Rome. It’s on top of my wishlist x

    http://www.wildfirecharm.com

    • Reply
      dasynka
      25 December 2016 at 11:49

      Yep, Rome is a must! Thank you so much! xx

  • Reply
    Paula Gallardo
    22 December 2016 at 17:40

    Your photos are amazing and you are so pretty, now that I read your post I really want to visit Rome, it may be my next trip.
    Kisses
    http://nativeroom.wixsite.com/nativeroom

    • Reply
      dasynka
      25 December 2016 at 11:48

      Really? I’m so happy for that! Let me know 🙂 xx

  • Reply
    Maja
    21 December 2016 at 21:28

    Lovely post and love your style.
    Rome is always good idea:))

    Xx
    Maja

    • Reply
      dasynka
      21 December 2016 at 21:58

      Thank you so! xx

  • Reply
    Tatjana
    21 December 2016 at 14:18

    My dear Dasynka,
    My most sincere condolences for the loss of your mother. I can image how painful it must be, I can’t imagine living in a world where my mother is not here.
    Sending lots of love your way and thank you for this beautiful post.
    Tatjana.

    https://tbymallano.com/

    • Reply
      dasynka
      21 December 2016 at 21:58

      Tatjana☺️ thank you so so much, you are always so kind with me, love ya❤️

  • Reply
    Mercy
    21 December 2016 at 5:45

    Very beautiful area, the architecture looks amazing. I love Laduree too and your puffer jacket.

    http://www.busyandfab.com

    • Reply
      dasynka
      21 December 2016 at 10:47

      Thank you so much xx

  • Reply
    Anya Dryagina
    21 December 2016 at 4:33

    Amazing and stunning pictures!
    Beautiful city! I dream to go to Rome))
    http://www.recklessdiary.ru

    • Reply
      dasynka
      21 December 2016 at 10:48

      Thanks! It’s amazing, you must to come here 🙂 xx

  • Reply
    Giusy
    20 December 2016 at 22:10

    https://www.instagram.com/p/BOQL8hbhkm4/?taken-by=giusy_petit guardando le tue meravigliose foto, mi è venuta voglia di caricare sul mio profilo Instagram un’altra foto di Roma, scattata a castel Sant’Angelo. Leggendo il tuo articolo, ho riflettuto a lungo ed ho capito che hai pienamente ragione. Non c’è motivo per essere tristi, si può sempre trovare una ragione per cui essere felici e sorridere alla vita. Lavorando in ospedale, ho notato che ci sono due principali categorie di persone: quelle che si lamentano di tutto e per tutto, e quelle che invece, nonostante le mille sofferenze, trovano il modo di sorridere, di combattere, e quando gli chiedi: “Come si sente oggi?”, loro ti rispondo “Sto benissimo! mi sento forte come un leone” oppure “Quanto ha dolore da 1 a 10?” loro rispondono “7/8”, quando non basterebbe un 10 per esprimere il reale dolore che stanno provando in quel momento. Ecco, io ammiro queste persone, che con un semplice sorriso riescono a farmi dimenticare la “fatica” .

    • Reply
      dasynka
      21 December 2016 at 10:56

      Giusy ❤️ ti ringrazio per il tuo controbuto, per la tua partecipazione e per avermi letta. L’angolazione della tua fotografia mi ricorda il posto in cui mi sono fermata un attimo ad osservare il Castello rapita da quelle luci al crepuscolo, prima di continuare lungo il fiume…
      In vita siamo chiamati a questa crescita nell’amore, al trovare la forza, all’aiuto, alla positività. Lamentarsi non aiuta a nulla. C’è più dignità nel sorridere che nel piangere. Perchè a lamentarsi di quello che non si ha, si finisce a predere anche quello che si ha e il circolo diventa un vizioso precipitare verso l’infelicità. Grazie per questo confronto❤️

    Leave a Reply